from The Diary of Kaspar Hauser

Paolo Febbraro

translated by Anthony Molino

"To listen with one's eyes:
such is the miracle of reading.
When you can't sense the voice
what's written still reaches you.
You'll learn, Kaspar."
"But Franz, talk to me more."


from Il Diario di Kaspar Hauser

"Ascoltare con gli occhi:
ecco il miracolo della lettura.
Quando non puoi avvertire la voce
lo scritto ti giunge ugualmente.
Imparerai, Kaspar".
"Ma parlami ancora, Franz".

More by Paolo Febbraro

from The Diary of Kaspar Hauser

translated by Anthony Molino

“It’s an apple, Kaspar.
The tree you see yields it
from the heart of the earth
for it to nourish us
when every other plant sleeps.
So has been decreed.
Behind all things, is truth.”

I try reaching with my hand and can’t.
And it is big and red.
Another died brown on the ground.
Something else eats it.
Behind the truth, all things.


from Il Diario di Kaspar Hauser


“È una mela, Kaspar.
L’albero che vedi la produce
dal cuore della terra
così che noi possiamo nutrircene
quando ogni altra pianta dorme.
Così è stato provveduto.
Dietro alle cose, c’è la verità”.

Alzo la mano e non arrivo.
Ed è grande e rossa.
Un’altra è morta marrone in terra.
Qualcos’altro la mangia.
Dietro la verità, le cose.

from The Diary of Kaspar Hauser

translated by Anthony Molino

Words plug the holes
of objects.
At night things
catch their breath.


from Il Diario di Kaspar Hauser

Le parole tappano i buchi
degli oggetti.
Di notte le cose
riprendono fiato.